Come lavorare nel web marketing: competenze e professioni

Perché così tante persone oggi vogliono sapere come lavorare nel web marketing?

Come mai è tutto un fiorire di corsi, guide, libri e video su come iniziare una carriera nel digitale? La risposta è semplice: lavorare in questo mondo ti consente di costruire le basi per un futuro da location independent, svincolato da orari e da uffici lontani da casa, ma non solo.

Il web marketing ti offre anche la possibilità di dare una forma ai tuoi progetti personali, quelli che di solito giacciono dimenticati in fondo a un cassetto polveroso per mancanza di tempo, risorse o idee.

E se riuscissi finalmente ad aprire l’e-commerce che sogni da anni?

Potresti vendere le tue opere d’arte in tutto il mondo, oppure promuovere i tuoi videocorsi online, tanto per fare un esempio.

Le possibilità che il web marketing offre sono pressoché infinite e se vuoi sapere come lavorare nel web marketing, ti dico subito che avrai solo l'imbarazzo della scelta.

Lo so, lo so.

Tanti vorrebbero iniziare a lavorare nel digitale ma non hanno la minima idea di come fare, né di quali competenze occorrano per diventare dei professionisti del settore.

Tra questi, molto probabilmente, ci sei anche tu.

Ecco perché ho deciso di scrivere la guida che stai leggendo, per dare delle risposte concrete a chi vuole sapere come lavorare nel web marketing e diventare un consulente specializzato.

Cosa si intende per web marketing?

Si fa presto a dire “web marketing”, ma la realtà è che sotto questo cappello di nascondono diverse discipline.

Content marketing, affiliazioni, SEO, e-mail marketing e social media sono solo alcune facce della stessa medaglia del lavoro del web marketer moderno ovvero strategie finalizzate alla promozione di business online.

Quello del digitale è un mondo vastissimo, tanto che pretendere di diventare esperti in ciascuno di questi approcci è impensabile, oltre che inutile.

Affideresti la tua auto alle cure di un meccanico che vende anche gelati e accessori per la casa nella sua officina?

Probabilmente no, vero?

Ecco, nel digital marketing funziona allo stesso modo.

Meglio focalizzarsi su uno o due tipi di marketing - ad es. mobile marketing, email marketing, content manager... - e sviluppare al massimo le proprie competenze per ottenere risultati eccellenti, piuttosto che sforzarsi di diventare tuttologi. 

In questo modo avrai tempo sufficiente per dedicarti solo a quello che ti riesce meglio, delegando il resto delle mansioni ad altri professionisti del settore, magari mettendo in piedi un team marketing digitale e aprendo la tua web agency.

Scegliere i giusti collaboratori è importantissimo perché ti permetterà di risparmiare energie, ottimizzare gli sforzi e raggiungere risultati eccellenti sul lungo periodo.

Certo, dovrai investire più denaro, tempo e risorse, ma ti assicuro che ne varrà la pena.

Come lavorare nel web marketing - customer journeyTi consiglio questo libro su Amazon

Perché il digitale è essenziale per il customer journey

Negli ultimi anni il customer journey è cambiato e Internet ha assunto un ruolo fondamentale nei processi decisionali dei potenziali clienti.

Il tradizionale marketing offline non basta più: ormai gran parte degli acquisti vengono fatti online, e tutti noi siamo costantemente bombardati dai messaggi sui social, forum e blog, oltre che dalle video recensioni che spopolano sul web.

Gli utenti, prima di acquistare qualsiasi prodotto, fanno molta più ricerca rispetto al passato, cosa che li rende decisamente più consapevoli e informati. 

Il customer journey tradizionale, secondo McKinsey & Co., è strutturato come un funnel ed è composto da 5 step:

  1. Awareness: la prima fase in cui il cliente cerca di capire quali sono le opzioni a sua disposizione;
  2. Familiarity: si riferisce alla familiarità della marca, ovvero il consumatore tenderà a preferire prodotti o servizi di brand che già conosce;
  3. Consideration: è la fase di ricerca delle informazioni, in cui si analizza ogni dettaglio del prodotto che si vuole acquistare;
  4. Purchase: il cliente ha finalmente concluso il processo di analisi e procede all’acquisto vero e proprio;
  5. Loyalty: si tratta della fase più difficile, ovvero quella di fidelizzazione del cliente. 

Lo scopo di ogni step è quello di ridurre il numero delle opzioni a disposizione, mantenendo solo quelle che si rivelano davvero in linea con le esigenze del consumatore.

Nel digital customer journey, invece, accade proprio il contrario. Il processo decisionale si trasforma in una sorta di circolo virtuoso che si autoalimenta: niente più funnel dunque, piuttosto un dialogo tra consumatore e brand che avviene perlopiù online.

Per questo è fondamentale investire nel web marketing, qualunque progetto tu decida di avviare o di seguire in qualità di consulente o come titolare di una promettente agenzia di web marketing.

Cosa studiare per diventare un esperto di web marketing

Tutto dipende dalla branca in cui hai intenzione di specializzarti, ma anche dall’obiettivo che intendi raggiungere.

Per capire come lavorare nel web marketing prima di dare fondo alla carta di credito e comprare tutti i libri, corsi e master disponibili, ti consiglio di fermarti un attimo a riflettere su quali strategie vorresti approfondire.

Vuoi diventare un mago della SEO?

O magari preferisci seguire le orme di David Ogilvy?

Senti di avere una predisposizione particolare per l’e-mail marketing o per le campagne social?

Qualunque sia la tua scelta, troverai tantissime risorse valide in circolazione — e altrettante che faresti meglio a evitare. 

Diffida da chi ti promette di farti guadagnare cifre astronomiche in pochissimo tempo grazie al web marketing, specialmente se la persona in questione è un mezzo sconosciuto sbucato da chissà dove.

I veri professionisti che sanno come lavorare nel web marketing non fanno mai promesse eclatanti.

Hai mai sentito parlare Tony Robbins, Brendon Burchard o Jeff Walker di come diventare ricco velocemente.

No. Mai. Quindi stai lontano da chi riduce tutto ad un discorso di soldi e guadagni, soprattutto se facili.

Se vuoi andare sul sicuro, cerca di seguire professionisti riconosciuti del settore come Valentina Falcinelli per il copy, i ragazzi di SEMrush Italia (dove trovi anche dei miei articoli) per SEO e PPC, Neil Patel per incrementare il traffico ai siti web.

Neil Patel - Come lavorare nel web marketingNeil Patel è uno dei miei maestri, ti consiglio di seguirlo! 

Leggi tanto, anzi tantissimo: dai blog di settore agli eBook, dai libri ai manuali più tecnici.

Divora tutto il materiale che riesci a trovare sull’argomento di tuo interesse, sia in italiano che in inglese, ma non dimenticare che il passaggio più importante è quello di provarci in prima persona.

Mettiti in gioco e sperimenta sul campo quello che hai appreso: apri un blog, testa diverse strategie di content marketing, spingi i tuoi articoli con campagne mirate, avvia collaborazioni con altri professionisti del settore. 

Un’altra cosa che puoi fare per capire come lavorare nel web marketing è cercare un mentore ovvero qualcuno disposto a insegnarti il mestiere e ti dia le indicazioni e le correzioni necessarie.

Prendilo come una sorta di apprendistato, in cui sarai a stretto contatto con un professionista che metterà a tua disposizione la sua esperienza.

Trovare una figura del genere non è semplice, ma quello che ti consiglio di fare è contattare uno specialista che stimi e intavolare una discussione a riguardo. 

Ricorda che il mondo del web marketing è in continua evoluzione, perciò è importantissimo mantenersi continuamente aggiornati.

Cerca, quindi, di dedicare almeno un paio d’ore ogni settimana alla formazione.

Le professioni più diffuse nel web marketing

Qui di seguito ti elenco quelle che sono le professioni più ricercate e ambite nell’ambito del marketing digitale.  

Social media manager

Fra tutte le persone che ho conosciuto e che mi hanno chiesto come lavorare nel web marketing, questa figura professionale è forse quella più di moda e più ambita.

Si occupa della gestione dei canali social per conto di aziende, imprenditori, brand e personaggi pubblici.

Di solito, un SMM fa un’analisi preliminare del target, studia una strategia editoriale ben precisa, crea i contenuti da postare sui sociale e infine imposta e gestisce le campagne pubblicitarie.

Può capitare che lavori insieme ad altre figure professionali come grafici, copy e videomaker, importantissime per creare contenuti di qualità e in linea con il target.

Un buon SMM dovrebbe avere un’ampia conoscenza di tutti i canali (es: Facebook, Instagram, YouTube, Tik Tok), ma può scegliere di specializzarsi solo su alcune piattaforme per ottenere risultati migliori. 

SEO specialist

Il SEO specialist è un tecnico del posizionamento sui motori di ricerca, dato che si occupa di migliorare la struttura del sito e di ciascuna pagina, di fare link building, di monitorare il traffico al sito tramite Analytics e altri strumenti.

Un SEO specialist è in grado di fare una ricerca keyword approfondita, in modo da individuare le giuste chiavi di ricerca su cui costruire la content strategy.

Si tratta di una figura più tecnica rispetto al SEO strategist, che invece si occupa prevalentemente di studiare strategie per migliorare il posizionamento dei siti. 

Digital strategist

Un digital strategist è molto simile al capitano di una nave che guida il suo equipaggio alla scoperta di nuove terre lontane.

È colui che, tramite un’analisi approfondita del brand e della concorrenza, riesce a identificare gli obiettivi da raggiungere e a creare una strategia di web marketing a 360° che preveda l’utilizzo di diversi canali di comunicazione attraverso una mappa: il piano marketing.

Dev’essere in grado di selezionare i giusti collaboratori che lo aiutino a raggiungere gli obiettivi prefissati, e anche di coordinare il lavoro in team. Il digital strategist deve avere competenze trasversali, che spaziano dai social media alla SEO, dal content alla gestione di campagne pubblicitarie.

Content creator

Questa è forse la professione più creativa che si può incontrare nel mondo del web marketing. Il content creator si occupa di produrre contenuti web per conto di aziende e brand: dai testi alle grafiche, dai video ai post per i social media.

Fotografi, web designer, copywriter, videomaker, illustratori e animatori 3D sono solo alcuni dei content creator che lavorano nel digitale. La loro mission consiste nel produrre contenuti di valore e in linea con il target dell’azienda, che poi il SMM si occuperà di diffondere attraverso i social media e gli altri canali di comunicazione scelti dal brand.

Digital project manager

Parliamo del responsabile di progetto, colui che dovrebbe guidare l’intero team di lavoro verso la realizzazione degli obiettivi che il cliente intende raggiungere. Il project manager gestisce l’intero progetto e la comunicazione con l’azienda, dirige i lavori e si assicura che il processo si svolga nel rispetto dei tempi e costi concordati inizialmente.

Occorrono grandi competenze di organizzazione, leadership e pianificazione, che possono essere affinate partecipando a corsi specifici sul tema.

UX designer

Il compito degli UX designer è progettare esperienze online piacevoli e accessibili a tutti gli utenti.

Un e-commerce strutturato secondo i principi della User Experience, ad esempio, rende il processo d’acquisto più snello e semplice, cosa che contribuisce anche ad aumentare le conversioni e a migliorare il posizionamento su Google.

Per lavorare in questo campo occorre possedere sia competenze scientifiche che umanistiche, che spaziano dal web design alla psicologia, dalla grafica alla semiotica.

Affiliate marketing specialist

È un professionista che si occupa della gestione del network di affiliazione di un’azienda o brand. In pratica fa da tramite tra i merchant e i content creators interessati a sponsorizzare un determinato prodotto o servizio sui loro canali, in cambio di una percentuale su ogni conversione.

L’affiliate marketing specialist si occupa di reclutare nuovi membri del network e, al tempo stesso, di gestire la comunicazione e i programmi di affiliazione in essere. 

Web developer

Mi riferisco ai classici programmatori, quelle figure in grado di progettare, creare e gestire siti, applicazioni e progetti web di ogni genere.

Per lavorare in questo campo è necessario conoscere diversi linguaggi di programmazione — che variano in base all’area in cui deciderai di specializzarti — e avere una grande capacità di problem solving, in modo da individuare e correggere i bug del sistema.

Figure simili sono di fondamentale importanza nel web marketing, non per niente quella dello sviluppatore è una delle professioni più richieste nel digitale.

E-commerce manager

È il responsabile di un business online, colui che gestisce i rapporti con i fornitori, che si occupa del lancio di nuovi prodotti, che implementa le strategie di comunicazione in collaborazione con altri professionisti del settore.

Occorre una grande esperienza per ricoprire questo ruolo, oltre a un’ottima visione strategica finalizzata ad alimentare il customer journey e a fidelizzare i clienti.

Data analyst

Si occupa di identificare e risolvere le problematiche che ogni business presenta tramite l’analisi statistica dei dati a disposizione.

In pratica trasforma i numeri in soluzioni, raccogliendo dati dai software gestionali, dalle analytics dei social media e del sito Internet e anche dalle risorse umane dell’azienda. Il suo compito è individuare trend ricorrenti e capire cosa si nasconde all’origine di quei pattern, per poi trovare soluzioni innovative.

E-mail marketing specialist

Newsletter, funnel, freebies: dove c’è una mail c’è lui, l’e-mail marketing specialist. Il compito principale di questa figura è creare comunicazioni efficaci e orientate alla vendita da veicolare via mail sotto diverse forme (tra cui quelle menzionate poco fa).

Non si mira solo alla mera di vendita di prodotti e servizi, ma piuttosto a generare una connessione profonda tra potenziale cliente e brand. Per questo è fondamentale fare un’attenta analisi del target prima di cominciare, oltre alla pianificazione corretta dei contenuti. 

Upwork - Come lavorare nel web marketing

Dove trovare lavori digitali online

Esistono alcune piattaforme specializzate, come Upwork e Fiverr, che mettono in contatto imprese e freelance di tutto il mondo. Gli annunci pubblicati spaziano dalla scrittura online alla programmazione, passando per la realizzazione di contenuti video o di siti web. 

Iscrivendoti avrai accesso a un database enorme di potenziale lavoro, ma tieni presente che la concorrenza è spietata e spesso è difficile emergere. Inoltre, alcune piattaforme come Upwork trattengono una sostanziosa percentuale (di solito pari al 20%) su ogni lavoro concluso, e utilizzano un sistema di “gettoni digitali” per inviare le proprie candidature agli annunci, in modo da scremare il più possibile le proposte. 

In alternativa, puoi sempre dare un’occhiata su LinkedIn e modificare leggermente i parametri della ricerca di lavoro. Seleziona “offerte di lavoro” e poi “tutti i filtri”, quindi spunta la casella “a distanza”. In questo modo visualizzerai tutti gli annunci di aziende che ricercano collaboratori in remoto.

Ti consiglio anche di fare un elenco delle aziende con cui vorresti lavorare e di contattarle una per una, chiaramente preparando una presentazione efficace. 

C’è anche chi sceglie di percorrere una strada più creativa, magari creando landing page ad hoc per promuovere i propri servizi e mostrare le proprie competenze ai potenziali datori di lavoro.

Conclusioni

Se alla fine di questo articolo non ti è ancora chiaro come lavorare nel web marketing e da dove iniziare, inizia con l'aprire un blog, una pagina Facebook o Instagram, e comincia a fare video sul tuo canale YouTube: tutte queste azioni vanno a rafforzare il tuo personal brand, una carta indispensabile che ogni freelancer, che dovrebbe sempre essere in grado di dimostrare la propria capacità di lavorare, capacità di analisi e capacità di scrivere.

Altro aspetto da non trascurare sono gli strumenti di web marketing che devi assolutamente avere nel tuo arsenale.

Giusto per citarne alcuni:

Se non sai da che parte iniziare per costruire la tua autorevolezza sul web, dai pure un’occhiata ai miei corsi sul tema

Come avrei intuito, il web offre davvero infinite possibilità.

Cerca di capire che tipo di professionista vuoi diventare, inizia a studiare e fai tanta pratica, mettendoti in gioco anche se non ti senti pronto al 100%. 

“Se aspettiamo di essere pronti, aspetteremo tutta la vita”, Lemony Snicket

Che ne pensi? Lascia il tuo commento qui sotto.

Ti è piaciuato questo articolo?

Condividilo sul tuo blog, sui tuoi canali social e con i tuoi contatti!

Valerio Fioretti

Valerio Fioretti è lo specialista del web marketing per le piccole e medie imprese.

A differenza di tutti gli altri consulenti/coach che puntano a insegnare agli hobbisti o ad aspiranti marketer, Valerio offre formazione specializzata e consulenza operativa solo agli imprenditori che vogliono sfruttare appieno le incredibili opportunità del marketing online ed essere due passi avanti rispetto ai loro competitor.

Questo significa formazione specializzata e consulenza personalizzata sul marketing online, mirate a trasferire all’impresa - in maniera semplice, rapida e diretta - solo le strategie di cui ha bisogno per essere al primo posto e ottenere risultati misurabili.

Close