Qual è la formula ROI e a cosa serve (con esempi)

Leggi Tutto

Qual è la formula ROI e a cosa serve (con esempi)

Valerio Fioretti

Valerio Fioretti è lo specialista del web marketing per le piccole e medie imprese (PMI). A differenza di tutti gli altri consulenti e coach che puntano a insegnare agli hobbisti o ad aspiranti marketer, Valerio offre formazione specializzata e consulenza operativa solo agli imprenditori che vogliono sfruttare appieno le incredibili opportunità del marketing online ed essere due passi avanti rispetto ai loro competitor.

guide rapide
  • 1

    Come lanciare una Newsletter Premium
  • 2

    Come scrivere un libro e lanciarlo in bestseller list
  • 3

    Come ottenere più clienti per consulenza e coaching
  • 4

    Come organizzare la giornata e il tempo
  • 5

    Social Media Marketing per il Business

INDICE

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

INDICE

La formula ROI ti consente di monitorare l’efficacia dei tuoi investimenti e rientra tra gli indicatori chiave di prestazione: ecco come si calcola, a cosa serve esattamente e perché dovresti assolutamente conoscerla e applicarla.

Non per fare troppo il materialista, ma è chiaro che qualsiasi cosa tu faccia nel tuo lavoro, lo fai perché vuoi portare a casa la pagnotta.

Giusto?

Ora, non fraintendermi: dietro alla propria realizzazione professionale c’è anche altro, oltre ai soldi. Se mi conosci o mi segui da un po’, sai bene che ciò che ti invito sempre a fare è sfruttare le tue conoscenze e competenze per creare un impatto nella vita delle altre persone.

Fare la differenza, questo dovrebbe essere sempre il tuo obiettivo. 

Tuttavia, immagino che anche tu debba pagare le bollette… come tutti, del resto!

Ecco perché, alla fine, il tuo lavoro deve anche consentirti di vivere serenamente, soddisfando anche i tuoi bisogni più, diciamo così, “terreni”.

Perché ti sto facendo tutto ‘sto discorso?

Perché voglio farti ragionare su quanto sia importante sapere se ciò che fai conviene. 

Detto in altre parole: dovresti sempre capire se i tuoi investimenti ti portano un risultato, se ne vale pena, insomma.

Ti ho già parlato dell’importanza della Data Analysis e dei KPI per monitorare l’efficacia delle tue strategie di web marketing: che si tratti di CPM, impression o altro, ti serve sapere dove vuoi arrivare, come puoi arrivarci e quali sono gli indicatori che ti dicono se sei sulla strada giusta.

In particolare, tra le varie metriche, ce n’è una che ti serve per misurare la redditività delle campagne di marketing: il ROI, ossia il ritorno sull’investimento.

Ne sai qualcosa? Oppure sei completamente all’oscuro?

In ogni caso, vediamo di fare un po’ di chiarezza a riguardo: continua a leggere per scoprire qual è la formula ROI, a cosa serve esattamente e perché è importante.

Cos’è il ROI

Ok, prima di calcolarlo, è opportuno che tu sappia con precisione di cosa stiamo parlando.

Una delle cose più importanti da fare quando avvii una campagna di marketing è capirne l’impatto e il profitto: devi sapere se i tuoi sforzi ti stanno portando lì dove desideri, se le performance soddisfano le tue aspettative. Non solo: le informazioni che raccogli nel mentre ti servono anche per adeguare le strategie future, basandole su decisioni più consapevoli e intelligenti.

Detto in altre parole: ogni volta che investi denaro o tempo nella tua attività, devi avere ben chiaro obiettivi e metriche di misura, per essere sicuro che tale impegno dia i suoi frutti.

Ecco, il calcolo del ROI è esattamente ciò di cui hai bisogno per monitorare il successo delle tue azioni a riguardo: ti dice cosa funziona e cosa no, in modo da poter anche fare delle modifiche. 

È una metrica finanziaria che confronta il guadagno o perdita di un investimento rispetto al suo costo: tra le sue molteplici applicazioni, nel marketing è uno degli indicatori più importanti per individuare i canali più efficaci per coinvolgere e convertire i clienti, oltre che per gestire meglio il budget per le tue campagne pubblicitarie.

Come ti accennavo, ROI sta per Return On Investment (ritorno sull’investimento) ed è un valore numerico, un rapporto, che misura il rendimento dei tuoi investimenti. In pratica, risponde alla domanda “Cosa guadagnerò investendo tot nel mio business?”. Ti fa capire se i soldi che hai intenzione di sborsare ti torneranno indietro sotto forma di guadagno.

Il ROI è espresso in percentuale e per calcolarlo basta dividere l’utile (o perdita) netto di un investimento per il suo costo iniziale. Ovviamente, più alto è il rapporto, maggiore è il tuo guadagno.

Solitamente, il ROI è usato in ambito finanziario, per capire quanto capitale investito ritorna in termini di reddito, ma sempre più spesso è sfruttato anche nel marketing per valutare l’efficacia delle strategie promozionali.

Come si calcola: la formula ROI

Bene, ora che hai capito di cosa si tratta, vediamo nel concreto come lo puoi calcolare. Non temere, è molto più semplice di quanto tu possa immaginare!

In giro potresti trovare diverse formule per il calcolo del ROI, ma io qui ti propongo quella che è secondo me la più facile e immediata.

Eccola qui:

ROI = (utile netto / capitale investito) x 100

formula ROI

Il ROI è quindi l'utile netto in un certo tempo diviso per il costo dell'investimento, che viene poi moltiplicato per 100 per esprimere il rapporto in percentuale.

Penserai, tutto qui?

Beh, sì!

Ti ho già detto poco fa che il ROI non è altro che il rapporto tra ciò che investi e ciò che ti torna indietro, tra risorse impiegate e benefici ottenuti. Il modo più semplice per pensare alla formula del ROI è prendere un qualche tipo di “beneficio” e dividerlo per il “costo”. Il tutto ovviamente riferito a un singolo o preciso investimento, per capire quanto sia profittevole o meno.

Ti faccio comunque un paio di esempi pratici.

Immaginiamo che tu abbia il tuo e-commerce e che, in un certo periodo, tu decida di voler investire 1.000€ in campagne sui social per aumentare la brand awareness e le vendite. Al termine di tale periodo, fai i conti e scopri di aver guadagnato 5.000€ in più rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente. Ecco quindi come puoi calcolare il ROI degli annunci sponsorizzati:

ROI = (5.000 / 1.000) x 100 = 500%

Ciò significa che per ogni euro che hai speso per gli annunci, hai recuperato 5€ di profitto netto. Di conseguenza, puoi concludere che la tua strategia è stata efficace, che probabilmente hai azzeccato tutta una serie di cose e che puoi ripetere l’investimento una seconda volta, aumentando la spesa.

Ma il ROI ti è utile anche per capire se il tempo che dedichi a un progetto vale il ritorno monetario: ad esempio, nel caso in cui decidi di guadagnarti qualcosa extra dal tuo lavoro principale proponendoti come freelance. Supponiamo che trovi rapidamente un cliente e guadagni 200€ nel primo mese; nel frattempo, però, ti accorgi di essere rimasto indietro con il resto. 

Decidi allora di calcolare il tuo ROI del lavoro da freelance per determinare quanto tempo dovresti dividere tra quest’ultimo e l’altra tua attività, considerando che quei 200€ li hai guadagnati impiegando 20 ore del tuo tempo. Puoi calcolare il tuo ROI come:

ROI = (200 / 20) = 10€ all'ora

Così puoi ora valutare se ogni ora trascorsa per la tua occupazione principale vale più di 10€, e quindi regolare il tempo che dedichi al tuo lavoro da freelance.

Interessante, non trovi?

A cosa serve la formula ROI

Conoscere il ROI dei tuoi investimenti è fondamentale non solo per renderti conto del ritorno effettivo, ma anche per ragionare su come hai agito e su come potrai agire in futuro. 

A livello organizzativo, la formula ROI ti aiuta quindi a prendere decisioni consapevoli e ottimizzare i tuoi sforzi di marketing.

Ecco nel dettaglio a cosa serve comprendere il ROI generato da una campagna:

Giustificare la spesa

È chiaro che per garantire risorse per le campagne future, quelle già investite debbano essere giustificate: dimostrare il ROI degli sforzi di marketing ti permette di assegnare il giusto budget in base al tipo di attività, potendo avere una stima del ritorno economico basata su quanto hai già ottenuto. È fondamentale per sapere se gli annunci stanno generando conversioni e se meritano quindi un ulteriore investimento.

Distribuire le risorse

Le possibilità che i canali online ti offrono per promuoverti sono davvero tante e hai a disposizione una valanga di combinazioni. Ognuna di esse, però, richiede un determinato finanziamento e investimento: ecco perché capire cosa genera maggiori entrate ti serve per distribuire correttamente budget e altre risorse.

Misurare il successo

Come ti ho parlato ampiamente nel mio articolo sulla Data Analysis, non avrebbe senso portare avanti il tuo business senza avere risultati (ossia numeri) concreti alla mano. Questo ti serve, in primis, come testimonianza del tuo valore e della tua autorevolezza e, in secondo luogo, per capire se ciò che fai funziona per davvero. Misurare il ROI ti permette di fare entrambe le cose, capendo l’impatto delle singole campagne sulla crescita complessiva della tua attività.

Guidarti nelle decisioni

La formula ROI, se correttamente applicata e analizzata in un determinato contesto, è uno strumento super utile per valutare le decisioni prese in passato e, in base ad esse, prenderne di più consapevoli in futuro. Dicendoti in che modo un investimento contribuisce direttamente alla tua attività, puoi confrontare nuove opportunità di business e scegliere quale perseguire, concentrando più tempo ed energie su ciò per cui ne vale davvero la pena.

Conclusione

Allora, che ne pensi?

Tutto super fattibile, non trovi?

In realtà, devo essere sincero con te: la formula ROI, seppur utilissima, presenta alcuni limiti (tra cui l’importanza di avere una misura esatta di tutti i costi e il fatto di non tenere in considerazione il rischio o l’orizzonte temporale). Ecco perché va considerata come tutte le altre metriche che misurano le tue performance, ossia in relazione con altri KPI e inserita in un contesto specifico.

Parlare di un ROI buono o cattivo a prescindere non ha molto senso.

Tuttavia, è importante che tu sappia che è un’indicatore importante, che ti offre una fotografia della tua situazione e che dovresti usarlo come punto di partenza per capire se la direzione in cui ti muovi è quella giusta. 

La consapevolezza e la conoscenza del percorso che stai facendo sono requisiti indispensabili per il successo e la formula ROI rientra fra gli strumenti più utili per ottenerle.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Potrebbero anche interessarti:

“Ho sempre pensato che le newsletter fossero solo pubblicità.
Poi mi sono iscritta a quella di Valerio.it e… ho ricevuto più contenuti utili qui che da un corso a pagamento”

– Francesca

Entra in contatto con le strategie di Valerio.it LEGGI UNA NEWSLETTER DIVERSA DAL SOLITO