Thought Leader: significato e definizione

mindset Pubblicato il 02.10.2021
Thought Leader

Tempo di lettura: 7 minuti.

Il Thought Leader è la massima espressione di leadership moderna e nel digitale si evolve, grazie alla possibilità di condividere il proprio sapere.

Thought Leader, ne ha mai sentito parlare?

Forse leggendo qua e là ti è ancora capitato di imbatterti in questo termine apparentemente un po’ difficile e di chiederti che cosa significhi esattamente.

In effetti, io stesso lo nomino quando parlo di autorevolezza (come in questo articolo sui 4 step per acquisirla) - e capirai subito il perché.

Forse la parola “leader” ti è un po’ più familiare: possiamo dire, in generale, che si tratta di un punto di riferimento per le persone che gli stanno intorno. 

Ecco, il Thought Leader è, letteralmente, un “leader di pensiero”: una persona riconosciuta come esperta e autorevole nel proprio settore, a cui affidarsi al momento del bisogno e le cui opinioni sono percepite come rilevanti.

È un concetto che ha a che fare con la propria reputazione e la fiducia da parte dei clienti ed è un elemento essenziale del Content Marketing.

Se non hai le idee ben chiare a proposito, continua a leggere: voglio darti una mano e spiegarti chi è un leader di pensiero e cosa fa esattamente.

                      

Chi è il Thought Leader

Immagina di percorrere un sentiero per la prima volta. Non sapendo cosa aspettarti, avrai bisogno di una guida con determinate caratteristiche: dovrà aver già fatto quello stesso tragitto, conoscere eventuali ostacoli che si possono incontrare, aiutarti a non perderti e spronarti ad arrivare fino alla vetta.

Questo è un Thought Leader: qualcuno che ha già percorso quella strada e sa mostrartela con sicurezza.

È una persona riconosciuta come autorevole e affidabile nel suo campo, che comprende profondamente il business in cui opera e le esigenze dei propri clienti. La sua opinione diventa punto di riferimento per gli altri, sui quali ha un impatto reale e duraturo.

Di solito non ci si autoproclama leader di pensiero: si viene considerati tali dagli altri, grazie ai risultati ottenuti e alle strategie condivise.

Come trasmette queste sue capacità e competenze? Lo fa attraverso la diffusione di idee e intuizioni, ossia di contenuti di valore (ecco perché il legame con il Content Marketing), ricevendo in cambio fiducia e guadagni.

Il Thought Leader è il terzo stadio, il più alto, nella piramide dell’autorevolezza. Tornando all’esempio di prima, è colui che conquista una vetta prima di tutti gli altri e ci mette una bandiera con il proprio nome: così può posizionare il suo brand in modo unico e distintivo, diventando attraente agli occhi del pubblico (se vuoi saperne di più riguardo al brand positioning, ti consiglio di leggere questo articolo).

È uno step fondamentale per avere successo.

                      

Quali caratteristiche ha il Thought Leader

Le caratteristiche tipiche di un leader di pensiero sono: 

  •  Avere una competenza particolare;
  •  Rivolgersi alla propria nicchia specifica;
  •  Coinvolgere il proprio pubblico;
  •  Aumentare la consapevolezza intorno a determinati argomenti;
  •  Ispirare punti di vista diversi;
  •  Formulare idee innovative;
  •  Avere una prospettiva chiara e definita;
  •  Stimolare il confronto.

Per un leader di pensiero sono importanti la storia, l’esperienza vissuta e come si collegano al proprio lavoro. Questo permette di avere un punto di vista chiaro e focalizzato sull’argomento e di poter proporre nuove soluzioni a vecchi problemi.

Inoltre, non è detto che un leader di pensiero debba operare da solo. Oltre al seguito di follower, può collaborare con altri Thought Leader o professionisti che trattano argomenti complementari, aumentando il proprio valore e credibilità.

Il Thought Leader può avere qualsiasi provenienza, ma non tutti possono esserlo. La leadership di pensiero richiede molto tempo; il punto di partenza è avere un ottimo prodotto o servizio, saperlo comunicare e costruire una community forte e fedele. 

La chiave resta sempre l’utilizzo del content marketing per aumentare la propria autorità e influenza.

                      

Cosa fa il Thought Leader

Thought LeaderCome quindi avrai capito, il leader di pensiero fa essenzialmente una cosa: produce contenuti di valore sugli argomenti che riguardano i suoi prodotti o servizi.

Comunica la propria storia e le proprie esperienze per offrire valore alle persone che lo seguono e per aiutarli a risolvere i loro problemi. Vuole educare, informare e coinvolgere il suo pubblico, cosa che fa principalmente attraverso il web e i social media.

Cerca di definire le sfide dei suoi clienti, ma soprattutto spiega loro come riuscire a vincerle: offre risposte e soluzioni a un pubblico specifico, attraverso diversi approcci.

Questo gli permette di mostrarsi come esperto in materia, quindi come la persona/azienda giusta a cui affidarsi; rafforza così la reputazione del suo brand, acquisisce nuovi clienti, mantiene fedeli quelli che già lo seguono e fa crescere la sua attività. 

Ma fai bene attenzione: non bisogna cadere nella trappola dell’egocentrismo.

Non si tratta infatti di vendere o di promuovere se stessi o i propri prodotti, ma di dimostrare di essere in grado di aiutare gli altri a superare le proprie difficoltà, perché si è già passati da lì e si sa cosa vuol dire (e come uscirne).

Ti consiglio di leggere il libro "Ready to Be a Thought Leader?: How to Increase Your Influence, Impact, and Success" di Denise Brosseau.

Occorre dimostrare di saper dare, prima di chiedere.

È un ruolo che si costruisce nel tempo - non si può certo diventarlo dall’oggi al domani. Ci vuole abilità e tenacia nel dimostrare che la propria voce merita di essere ascoltata.

Di sicuro, nella strada verso l’autorevolezza, essere Thought Leader è l’obiettivo ultimo da voler raggiungere come garanzia di qualità del proprio business.

                      

Conclusioni

Riassumendo, il Thought Leader è colui che, in un determinato contesto:

  •  sa cosa fare per raggiungere un obiettivo;
  •  conosce un metodo per farlo;
  •  ha elaborato un proprio sistema, grazie al suo prodotto o servizio, per ottenerlo.

Il vantaggio che ne deriva è proprio l’autorevolezza, che permette di distinguersi ed essere scelti fra tanti.

Come ti dicevo, per essere leader di pensiero occorre pazienza e tenacia.

Nel frattempo, puoi fare due cose: uno, lavorare su di te, ricercando e sviluppando te stesso nel tuo campo attuale, formandoti, facendo esperienze e guadagnando rispetto; due, produrre e condividere contenuti di valore, creando un seguito sul web e intorno a te, instaurando un dialogo con le persone dove ti mostri come una persona esperta in grado di dar loro consigli efficaci.

Infine, ricorda: i leader di pensiero sono anche coloro che sanno ispirare gli altri ad agire, a fare il passo successivo nel loro viaggio, sapendo che i fallimenti o i rallentamenti non mancheranno, ma che saranno necessari per raggiungere i propri obiettivi.